, un Pinot Noir 100% in tutto il suo splendore!

È un vino spumante brut vinificato “en rose”. Con il 12% di gradazione alcolica, è equilibrato e molto versatile.

Di color rosa cerasuolo ricorda il lampone, il suo delicato profumo fruttato, ricorda piccoli frutti rossi e il suo gusto fine e ricercato offrono uniche sensazioni olfattive e gustative.

Al palato è secco ma non troppo, fresco e con quell’accento brioso donato dalla leggera sapidità. Il forte potere attrattivo del suo fine e persistente perlage permette di far emergere il lato contemporaneo di MyRò!

E’ corposo e lascia il segno, è limpido e sincero nel gusto, vivace, profumato, colorato al naturale.

bicchiere vino rosé
myro bottiglia rosé

Un vino, due mood!

La bottiglia è pensata come il corpo e l’involucro dell’anima di una donna: lucente, di carattere, a colori con le sue sfumature, tutto per esaltare la sua bellezza interiore per scoprire e per assaggiare…

Dalla bottiglia “by day” trasparente che esalta il suo sorprendente e inedito colore alla bottiglia “by night” totalmente nera per sottolineare l’eleganza del suo sapore.

Usata solitamente per il metodo champenoise è stata scelta una bottiglia a flûte dal fondo concavo, per esaltarne la raffinatezza durante la mescita del vino.

myro bottiglia pinot noir

La bottiglia indossa…

La collana color argento con nodo a cravatta per ricordare che è stata creata da una donna ma di carattere!

Il ciondolo effetto “ceralacca”, sigillo di assoluta qualità, che ne certifica la provenienza.

Il pendaglio rappresenta la Donna MyRò. Profumato con l’essenza ai frutti di bosco, susciterà l’olfatto ancor prima di aprire la bottiglia: prima traccia olfattiva del vino.

L’etichetta con rilievi nella scritta e nei disegni stilizzati stimolano il tatto.

La bottiglia MyRo’: un’emozione sensoriale, una brand experience!

 

myro bottiglia rosé nera
myro wine

Il logo , raccontato dalla sua ideatrice…

“E’ nata per rappresentare in un immagine tutta la mia storia. Racchiude i miei valori, la mia vitalità, la mia semplicità, la mia gioia di vivere e  l’attaccamento alle mie terre di origine.

Così ho iniziato a scarabocchiare radici per poi intrecciare il fusto in modo sartoriale, come fosse un vestito … e ho ritrovato la mia essenza.

Abbozzata, ritoccata e resa morbida come una donna è stata poi digitalizzata così come è stata fatta a matita!

Per raffigurare la mia linfa vitale e i miei colori interiori, a 4 mani iniziamo a trasformare con acquarelli la mia energia come fosse il nettare che nasce dall’uva, verso l’alto… una connessione terra e cielo dove risiede l’equilibrio!

Ecco nato il logo MyRo’!